Simboli e glossario

Prodotto rispondente ai requisiti previsti dalle direttive Comunitarie Europee.

 

Apparecchio idoneo al montaggio diretto su superfi ci normalmente infiammabili.

 

Trasformatore / alimentatore non incluso.

 

Trasformatore / alimentatore incluso.

 

 

 Simbolo che definisce il grado di protezione del prodotto, rispetto a solidi e liquidi.

 

 

Il codice IK è il grado di protezione contro gli impatti e determina la resistenza meccanica agli urti degli involucri. La classificazione è basata sulla normativa CEI 50102 (CEI 70-3), che va da un valore minimo IK00 ( non protetto), sino al valore IK10 ( protetto da urti equivalenti alla forza esercitata da un peso di 2 kg lasciato cadere dall’altezza di 1 metro). 


   Questo simbolo contraddistingue i prodotti testati per tutti i componenti isolanti in materiale termoplastico alla prova del filo incandescente (Glow-       wire) a 650°/850°/960°C secondo la norma IEC 925-2-1.

 

Alimentatore che eroga una bassissima tensione di sicurezza secondo EN61347-2-13

 

Questo simbolo contraddistingue i prodotti conformi alla direttiva 2002/95/EC del Parlamento Europeo e del Consiglio dell’Unione Europea riguardante le restrizioni all’uso di alcune sostanze pericolose in apparecchiature elettriche ed elettroniche (RoHS, Restriction of Hazardous Substances Directive).

 

Questo simbolo contraddistingue la raccolta differenziata del rifi uto e le successive operazioni di trattamento, recupero e smaltimento che favoriscono la produzione di apparecchiature con materiali riciclati e limitano gli effetti negativi sull’ambiente e sulla salute eventualmente causati da una gestione impropria del rifi uto in conformità alle direttive RAEE.

 

Indica il carico massimo di resistenza meccanica alla compressione a cui può essere sottoposto il prodotto. Il valore è espresso in kg ed indica un carico statico. Si riferisce generalmente a mezzi di trasporto con ruote.

 

Indica il carico massimo di resistenza meccanica alla compressione a cui può essere sottoposto il prodotto. Il valore è espresso in Kg. Ed indica un carico statico. Si riferisce generalmente alla calpestabilità pedonale.

 

Indica la temperatura massima raggiungibile da schermi/vetri per il contatto con l’utente. Il prodotto deve avere una temperatura massima di 75°C nelle zone raggiungibili dall’utilizzatore.

 

Indica l’utilizzo del pressacavo Aqastop brevettato da Aldabra.

 

Lampada la cui protezione contro la scarica elettrica non si basa solo sull’ isolamento di base dell’
apparecchio, ma su un ulteriore sistema di sicurezza che consiste nel collegamento dei componenti
conduttivi accessibili ad un conduttore di sicurezza (messa a terra) facente parte dell’ impianto elettrico
fi sso.

Lampada la cui protezione contro la scarica elettrica non si basa solo sull’ isolamento di base dell’apparecchio, ma su un ulteriore sistema di sicurezza che consiste nel collegamento dei componenti conduttivi accessibili ad un conduttore di sicurezza (messa a terra) facente parte dell’ impianto elettrico fisso.

 

Lampada la cui protezione contro la scarica elettrica non si basa solo sull’ isolamento di base dell’

apparecchio, ma su un ulteriore misura di sicurezza che consiste in un doppio isolamento rinforzato senza

dispositivi per la messa a terra.


 

Apparecchio in cui la protezione contro la scossa elettrica si basa sull’ alimentazione a bassissima tensione

di sicurezza (SELV) e in cui non si producono tensioni superiori alla stessa.


 

 

AISI: Sistema di designazione del tipo di acciaio Inox impiegato nei componenti dei sistemi illuminanti.

ALIMENTATORE: Dispositivo che commuta una tensione alternata o continua in una tensione o corrente costante.

BIN: Classificazione generica di una sorgente luminosa (normalmente comprendente classificazione del flusso luminoso, temperatura di colore e tensione di alimentazione).

COB: Insieme di più dispositivi elettronici luminosi sullo stesso PCB. (Chip On Board).

CADUTA DI TENSIONE: Diminuzione della tensione ai capi di un dispositivo (es. a causa della eccessiva lunghezza di un cavo, in relazione alla sua sezione).

CASSAFORMA: Dispositivo di alloggiamento di un apparecchio illuminante.

COLLEGAMENTO IN PARALLELO: Tipo di connessione elettrica che prevede un collegamento di tutti i dispositivi a due conduttori che distribuiscono a tutti la medesima tensione (a meno di cadute sulla linea.)

COLLEGAMENTO IN SERIE: Tipo di connessione elettrica che prevede un collegamento dei dispositivi a catena, in modo tale che la corrente sia la stessa per tutti i dispositivi.

COLOUR POWER: Riferito a LED RGB di potenza, normalmente riferiti a potenze superiori a 0,5W.

CONTROLLO DI CORRENTE: Convertitore che permette di impiegare una sorgente a corrente costante con alimentatori a tensione costante.

CRI: Indice di resa cromatica (Colour Rendering Index)

DALI: Sistema digitale di regolazione dell’intensità luminosa di un corpo illuminante (Digital Addressable Lighting Interface).

DIMMER: Dispositivo che regola l’intensità di una sorgente luminosa.

DIAGRAMMA CONICO: Diagramma di distribuzione dell’intensità d’illuminazione su una superficie conica.

DIAGRAMMA ISOLUX: Diagramma di distribuzione dell’intensità d’illuminazione su una superficie in funzione della distanza dalla sorgente luminosa.

DMX: Protocollo di gestione che permette regolazioni e variazioni programmate, sia a luce monocromatica che RGB (Digital Multiplex).

DWCS: Sistema illuminante a variazione dinamica delle tonalità di bianco (Dynamic White Control System).

EMITTER: Tipologia di LED relativo alla sola sorgente luminosa, escluso il circuito di supporto.

KELVIN: Unità di misura della temperatura di colore (K), più il valore è alto, più la tonalità vira verso i colori freddi.

INTERFACCIA DMX: Scheda di adattamento del sistema DMX alle sorgenti luminose.

LUMEN: Unità di misura del flusso luminoso emesso da una sorgente.

LUX: Unità di misura dell’illuminamento.

MODULO: Elemento che comprende di una serie di sorgenti LED. Può essere tagliato solo negli intervalli stabiliti (esempio, modulo 50, si può tagliare ogni 50 mm).

MOVE: Sistema con colori a variazione dinamica, dove ogni LED ha un proprio indirizzo e viene gestito singolarmente.

MUFFOLA: Morsettiera ad alto grado di protezione (IP).

MULTICANALE: Tipo di alimentatore a più canali di uscita.

PASSO: Interdistanza tra due sorgenti luminose, calcolata dal centro di ognuna.

PCB: Circuito stampato elettronico per l’alloggiamento di sorgenti luminose ed eventuale elettronica di servizio (Printed Circuit Board).

PG XX: Identificazione del passo di una filettatura, comunemente usato per i pressacavi dei sistemi illuminanti. (es. Pg7, per cavi fino a 6,5mm di diametro).

PITTOGRAMMA: Lettera, numero o simbolo retroilluminato.

PWM: Sistema di modulazione della corrente di un sistema illuminante che ne permette la dimmerazione o regolazione. (Pulse Width Modulation)

RAINBOW: Denominazione del software professionale di gestione, con protocollo DMX impiegato da Aldabra per i sistemi illuminanti.

RGB: Sistema illuminante multicolore dinamico R= Red, G= Green, B=Blue.

RoHS: Simbolo che identifica la restrizione all’uso di sostanze pericolose o tossiche nei sistemi illuminanti (Restriction of Hazardous Substances).

SEQUENCER: Dispositivo semplice per la gestione della luce dinamica RGB.

SIGNAL: Riferito a LED di segnalazione o di bassa potenza.

SPLITTER: Dispositivo rigeneratore di segnale usato nei sistemi DMX per permettere l’uso di grandi quantità di interfacce, a lunga distanza dalla centralina.

THERMAL CLAD: Circuito stampato realizzato con supporto in alluminio, che permette un’ottimale dissipazione di sorgenti luminose a LED.

Design
Marini Design
Engineering
IdeaTech

Credits