Light + Building 2018: novità di prodotto

Aldabra non finisce mai di stupire. Durante il Light+Building che ha appena chiuso i battenti dopo una 6 giorni di incontri, appuntamenti e workshop sul tema “In rete – Sicuro – Comodo”, il brand italiano è riuscito a presentare prodotti di illuminazione innovativi, nel supporto, nelle ottiche e nelle finiture per una reale “sensorial experience”.

Per il comparto indoor, SHANGHAI e PATH sono stati gli elementi di punta. SHANGHAI, grazie alla sua capacità di essere componibile per creare soluzioni di illuminazione sempre nuove e completamente personalizzate, è stato presentato in una composizione a sospensione “a scala”, per un’idea di modularità anche a più altezze, o in una forma concatenata, per soluzioni di illuminazione più ampie, nelle nuove finiture legno, sabbia e rame. PATH è invece lo zoccolino luminoso che posizionato a terra o a soffitto rende l’ambiente più intimo e ricercato. Una soluzione che può essere in varie cromie e materiali, dall’alluminio hi-tech al bianco puro fino all’effetto legno, per un modo di arredare adatto a qualsiasi contesto architettonico.

In ambito faretti ad incasso, HOLE è la soluzione studiata per un effetto "nude look". Essendo senza bordo ed incassato a soffitto, il faretto scompare completamente dalla vista quasi a ricreare atmosfere “stellate”.

Ma nello stand hanno avuto grande risalto e hanno riscosso grande successo le diverse soluzioni outdoor.

In primis il VERTEBRA, un sistema di illuminazione a LED assolutamente nuovo. Flessibile, con sorgenti luminose ed ottiche integrate nella resina, con grado di protezione IP67, è la soluzione perfetta per illuminare e “sagomare” con l’illuminazione elementi architetturali curvi.

Anche grande curiosità per un sistema innovativo di finitura a sublimazione lo ha destato VEGA, il corrimano da esterno, adatto per residenze private o entrate più importanti come musei o building di uffici, sia storici che super moderni, perché con le sue 5 nuove texture, dal rame al bronzo a 3 effetti lignei, riesce a personalizzare e dare un tocco di illuminazione più "calda" e welcoming ad ogni ambiente.  

Per i resinati, sono stati presentati l’EK3 con ottiche e l'EK1 con resina nel colore Klein blue elettrico, perchè anche da spenti i resinati firmati da Aldabra sono un elemento decorativo super moderno. Prima assoluta anche per NAKI, resinato ultra pulito, senza bordi, che permette un posizionamento della luce tramite una guida ad aggancio rapido. Sono tutte soluzioni all’avanguardia frutto di un dipartimento R&D sempre alla ricerca di innovazione e di nuove tecnologie.

Rimanendo nell'ambito dei resinati, i FLEXI (TOP e SIDE) consentono massima flessibilità nella dimensione, nelle cromie e nel posizionamento. Per un design della luce davvero flexible.

Nella gamma degli outdoor, è stata proposta anche una soluzione di proiettori da 65 e 110 mm di diametro. AZIMUT, grazie al suo design un po’ rétro e alla scelta di finiture più old style come legno o il traditional white, ricorda il faro delle vecchie biciclette.

STAR, infine, è un sistema di illuminazione ad incasso che può avere ghiera tonda o quadrata ed una soluzione di illuminazione RGBW.

Last but not least, il Light + Building è stato il palcoscenico di presentazione del progetto vincitore dell’iniziativa “KERLIGHT – Progetta la tua luce con Kerlite”, che rientrerà a pieno titolo nella nuova collezione Aldabra. TREE-ANGLE, ideato da 967ARCH, è il paletto di illuminazione per esterni con un’anima illuminotecnica in LED protetta da resina nanopolimerica e racchiusa fra due lastre di Kerlite, per una luce dall’effetto materico.

Tante idee, tanti progetti, tante novità che hanno portato Aldabra ad essere apprezzata per innovazione e soluzioni intelligenti, sempre al passo con i tempi e altamente tecnologiche.

Al seguente link potete scaricare il catalogo di tutte le novità  del Light+Building 2018.